Perchè?

foto3

L’ispirazione dell’arte è stata sempre uno dei problemi psicologici più complessi, nè si è mai potuto giustificarla con una possibile spiegazione accettabile; pensando poi al come la luce di ispirazione si manifesta all’artista ed il modo apparentemente assurdo in cui l’artista sa trovare la forma per realizzarlo. C’è veramente da sgomentarsi.

Il tema della musica mantiene una centralità nelle opere pittoriche di Francesco Mancarella, evidenziandone l’ispirazione e lo scontro tra il pensiero simbiotico e il dualismo natura contro natura.
Nelle sue opere si assiste ad un incontro tra la capacità compositiva musicale e la traslazione della stessa su tela, tra il libero viaggiare delle note e la capacità di racchiuderle in frammentazioni di colore, in una sorta di pensiero multietnico di origine esclusivamente artistica.

Egli propone attraverso il pianoforte che dipinge, il concetto di ” Now i see”, un progetto audiovisivo, una sorta di comunanza tra le arti il cui pensiero musicale dell’artista può essere messo in stretta relazione con il mondo visivo; è come se la coscienza di ognuno potesse attraverso questo strumento, evidenziare le proprie macchie di colore interiori, e manifestarle attraverso un percorso gnostico.

E’ la musica in questo caso a fare esistere la tela risentendone a sua volta l’ispirazione, fino ad identificarsi in un rapporto osmotico che unifica le due arti in un unico percorso artistico inscindibile per chi come Francesco Mancarella, fa delle proprie creazioni la propria ispirazione di vita.